giovedì 31 maggio 2012

Tra una cosa e l'altra



Tra una cosa e l'altra, da stamattina non sono ancora riuscita a cambiarmi le scarpe, un paio di Hogan scalcagnate beige che indossavo questa mattina presto per un bel giro di walking.

Stasera, a parte il lavoro, mi attende un aperitivo non proprio di piacere e questo mi toglie ogni voglia di cambiarmi. 

Per questo, ho scelto un look senza pretese, bianco e nero e qualche accessorio e gingillo di colore contrastante.

Il look:
Skinny jeans bianchi, H&M
Scarpe beige Hogan
Borsa Balenciaga color Sahara
Blusa nera, Benetton
Orecchini a cerchio dorati, H&M







mercoledì 30 maggio 2012

Comprare a budget?


Ultimamente, mi rendo conto, ho un po' abbandonato le riflessioni sullo Shop Your Closet, la Grande Razionalizzazione degli Armadi, i mesi sabbatici ecc. ecc.

Questo anche perché mi sono resa conto di essermi comunque ridimensionata, rispetto agli anni passati, e senza grandi sforzi. Mi sembra di essere già molto ben dotata per quanto riguarda il basic, tendo a centellinare le nuove tendenze e ad adottare solo quelle che mi piacciono, ma in generale, soprattutto, mi manca al momento ogni frenesia all'acquisto (salvo capitolare, magari, di fronte a qualcosa che mi fa impazzire... vedi scarpe nere del post precedente, non proprio indispensabili, non exactly, ma diciamo che fanno bene allo spirito). 

Meglio così. Forse le forzature, come i mesi sabbatici, non fanno per me, mi bastava prendermi un po' di tempo per rifletterci un po' su. Anche le vendite sono servite, in qualche modo, da spunto di riflessione sul mio comportamento d'acquisto (e infatti era quello lo scopo, principalmente).

In ogni caso, una delle tante strade per raggiungere un sano equilibrio negli acquisti di moda (anche se forse non l'unico) è quello di fissarsi un budget mensile.

A questo proposito, su un altro blog che ogni tanto seguo ho trovato un articolo pratico quanto interessante che aiuta a fissarsi un budget - e a rispettarlo:


Ho fatto un rapido calcolo e ho visto che più o meno lo rispetto sempre, senza testarne i limiti.



martedì 29 maggio 2012

Acquisti milanesi

Dopo la pazza (e divertentissima) giornata di vacanza a Milano con due amiche di ieri, oggi si torna alla realtà, anche lavorativa.

Per giunta è arrivato il caldo, stasera aspetto gente e ho tanti bambini in giro; insomma, mi manca un po' l'ispirazione - e anche la quiete necessaria per postare un look.

Così ho pensato di recensire gli acquisti fatti ieri a Milano che, seppure pochi, sono stati però gratificanti!

Il tour è iniziato da Kiko, dove ho preso uno scrub corpo per preparare la pelle all'estate e uno smalto arancione intenso, quasi corallo, che mi mette allegria. Entrambi sono ancora da provare.


Subito dopo, tappa da Zara, dove ho preso una T-shirt bianca semplicissima da indossare sotto i blazer e una blusa a fiori, sui toni del viola e del verde acido su sfondo bianco, da mettere con gli skinny bianchi o, al mare, con degli shorts.


Terza tappa fruttifera, una super-svendita di splendide scarpe Gianna Meliani in San Babila, prontamente adocchiata con occhio di falco da una delle amiche che mi accompagnava :) .


Qui ho preso dei sandali neri a tacco altissimo - i più alti mai acquistati finora. Mi ha convinto la comodità della calzata, straordinaria per un sandalo del genere.

Infine, tappa da Gucci, dove ho sostituito gli occhiali da sole andati perduti durante l'ultimo viaggio, a Pasqua (per fortuna erano mezzi rotti, ma mi è spiaciuto comunque). Il modello scelto, simil Jackie O, è molto simile a quello che avevo già, ma occhiale vincente non si cambia.


Insomma, nel complesso acquisti piuttosto contenuti, ma gratificanti!















sabato 26 maggio 2012

Rediviva (e desiderosa di uscire)



Dopo due giorni di sfiancamento da virus e dieta tristissima a base di pane tostato e riso bollito, eccomi oggi finalmente rediviva (più o meno).

Stasera il programma prevede cinema nel tardo pomeriggio e, a seguire, cena (leggera, per me ancora debilitata) in uno dei miei ristorantini preferiti, easy ma ben arredato, molto curato nei piatti, in centro. Sfiderò la sorte con del sushi.

Dato il tono poco impegnativo della serata, ho optato per dei jeans e un top, dato che fa già piuttosto caldo, con l'aggiunta di un blazer bianco da indossare o sfilare a seconda delle occasioni.

Come borsa, penso che alla fine non opterò per nessuna delle due mostrate (quella di H&M di paillettes dorate, praticamente un clone della più "famosa" versione Zara della scorsa stagione, mi sembra un po' eccessiva per il cinema). Sceglierò probabilmente la clutch nera di miu miu o, al limite, la Falabella, sempre nera.

Non vedevo l'ora di uscire, dopo l'agonia degli ultimi giorni!

Buon sabato sera a tutte! :) 






  Il look:
- skinny jeans Levis
- sandali Zara
- Balenciaga Work, nera
- clutch dorata, H&M (adoro il fatto che sia stropicciabile !!)
- top nero, Patrizia Pepe (vecchio)
- blazer bianco, H&M



(A me il sabato pomeriggio prima di un'uscita suscita sempre ricordi della mia adolescenza, quando i preparativi potevano durare ore, magari corredate da lunghe discussioni con l'amica del cuore su cosa indossare per fare colpo sul ragazzino del momento :))...)

venerdì 25 maggio 2012

Giornata un po' così (e tintarella di luna)





Oggi non va granché, devo essermi presa qualcosa allo stomaco, io che mi vanto di avere uno stomaco d'acciaio e di essere passata indenne ad anni e anni di virus generosamente sponsorizzati da asilo e scuola elementare.

Niente di grave, ma abbastanza da avermi ridotto a uno straccetto in poche ore - e a una dieta a base di riso bollito e pane tostato. 

Ma siccome ultimamente mi sforzo consapevolmente di vedere i lati positivi anche nei momenti così, posso dire che il peso sta scendendo alla grande, stamattina mi pare persino di aver visto balenare, per un delizioso istante (e tra un crampo e l'altro), un 51equalcosa sulla bilancia.

Per il presto, però, mi sento un po' da schifo e probabilmente è anche l'aspetto che ho. :(

In ogni caso, pur non essendo affatto un'esperta di cosmetici (ho avuto una fase, attorno ai vent'anni, in cui mi appassionavo a queste cose, leggevo gli INCI dei prodotti e spendevo troppo, per le mie misere finanze di studentessa universitaria, in prodotti alto di gamma.




Ora invece mi rendo conto che sto diventando sempre più spartana, taglio i cosmetici inutili, diluisco le puntate in profumeria e mi limito all'essenziale. 

Comunque, un mio problema costante è quello di essere di carnagione piuttosto chiara che, se ad alcune donne sta divinamente, a me fa piuttosto l'effetto opposto.

Siccome da anni ormai non ho più fatto lampade (non che prima ne facessi molte, ma nei mesi "bui" una ogni 3 settimane sì, per togliermi il pallore), ho dovuto ripiegare su prodotti che simulano una lieve doratura della pelle, preferibilmente tutto l'anno e senza danni per la salute.

Dopo aver testato più o meno tutti gli autoabbronzanti esistenti sul mercato, anche quelli a prezzi folli tipo Kanebo e Sisley, e averli trovati tutti puzzoni, lenti ad agire e tendenti a regalare un perfetto colorito giallo-arancio, ho scoperto Gocce Magiche di Collistar e non le ho più abbandonate.

Il miglior prodotto autoabbronzante in assoluto, secondo me. Non c'è proprio paragone. E, cosa non indifferente, totalmente privo di sgradevoli odori di ossidazione.

Facilissimo da applicare, ha anche un prezzo decoroso. E la texture liquida, oltre a essere di facile assorbimento, lo rende un prodotto che dura in eterno.

Passando al make-up, quando la pelle inizia a uscire dal peggio, in termini di pallore, mi fiondo sulla linea apposita di Guerlain, che ha in assoluto i prodotti migliori, secondo me, e che ha cura di produrre qualcosa anche per pelli medio-chiare. Solitamente, scelgo le terre per le bionde, pur non essendo io evidentemente bionda ;) , che permettono di ottenere una lieve doratura al posto dell'effetto facciadibronzo di molti altri prodotti.

Il gel di Guerlain, inoltre, d'estate sostituisce un fondotinta leggero e si uniforma benissimo con il colore della pelle.

Oggi mi consolo così, sgranocchiando pane tostato e pensando alle grandi opere di restauro.

giovedì 24 maggio 2012

Da easy a sporty


Oggi sono soddisfatta perché sono riuscita ad alzarmi presto e a lavorare concentrata per un paio d'ore, quando ancora c'era un bel frescolino. Oggi hanno dato 30 gradi!

Per questo, nel pomeriggio ho accettato volentieri l'invito a una session straordinaria del nostro walking settimanale tra amiche (si vede che la prova bikini incombe minacciosa e irta di insidie e perigoli i e siamo tutte un po' più preoccupate per la linea ;) ... ), nel pomeriggio.

Non avendo tempo (né voglia) di rivoluzionare il look, ho pensato di sportivizzare quello della mattina, sostituendo la blusa con una polo e le scarpe con un paio di comode (e strausate) Hogan Interactive.






Tra l'altro, notavo che la polo, che qualche anno fa mettevo spesso anche in chiave cittadina, è un capo che ho completamente abbandonato, relegandolo al solo uso sportivo. Eppure, trovo, le polo sono sempre carine e fanno sentire in qualche modo ordinate, seppure in modo un po' (troppo?) preppy.


Le foto di oggi sono stranamente sfuocate (persino rispetto ai miei standard abituali, ah ah ah) e non ho ancora capito perché, temo che a forza di "prestare" la macchina ai miei figli abbiano modificato qualche impostazione, loro sono sempre molto tecnici e "sperimentali", diciamo così. ;)

Il look di oggi:

- blusa grigio antracite, Zara
- pants slim fit sabbia, 7 for all mankind
- zeppe Gaimo Espadrilles (yoox)
- borsa Falabella 3 catene grigio talpa

Variante sportiva:

- Hogan interactive sabbia (vecchie bacucche)
- polo bianca, Abercrombie

Buona giornata a tutti! :)

martedì 22 maggio 2012

Bianco e blu


Oggi look semplice semplice, con questa blusa da "piccola fiammiferaia" ;) , del tipo che ultimamente mi piace un sacco.

Questa è in cotone in un blu scuro ma non troppo, un po' particolare, con bottoncini davanti.

Oggi splende il sole, ma non ho ancora capito bene le temperature esterne; se sarà il caso, opterò per una giacchina di cuoio mou.

Il look:
- sandali nude Zara
- skinny jeans bianchi, J4
- blusa blu, H&M
- borsa, Tod's










Ieri sera ho fatto ancora qualche riflessione - e foto - riguardo agli abiti. Ho notato che il genere tubino, in sé, non mi sta malissimo, ma forse in effetti bisognerebbe giocare con gli accessori, scegliendone di particolari. Non so, la mia confusione abitesca è ancora grande, lo confesso.

Un caso disperato

L'accusa è chiara: sono sempre in pantaloni. Me lo dicono tutti. 

Per la sera, ancora, mi salvo, ho dei vestitini - quasi tutti neri, con qualche eccezione cromatica (blu elettrico, rosso corallo) - che in qualche modo non mi snaturano troppo.

Per il giorno, il disastro. Ammetto di essere rimasta completamente senza gonne, tolta una mini in denim bianco che avrò da 15 anni (ma tanto la considero un tormentone estivo-vacanziero).

Per il resto, il nulla. Totale. Non ho gonne, non ho abitini che potrei mettere, non so, per fare due passi in centro. Ho qualche tubino, in cui mi sento e mi vedo strana, e poi qualche prendisole, da mare.

Il fatto è che io con gli abiti non mi vedo proprio, mi sembra ci sia sempre qualcosa di sbagliato in me. Troppo classica, troppo habillé, troppo noiosa.

Ultimamente ho colpito, ma immancabilente con un abitino serale.



Sono condannata a una vita in pantaloni? 

Ci sono altre "donne senza gonne", là fuori, oltre a me?

Cosa c'è di sbagliato in me (sicuramente molte cose, ma con riferimento allo scoprire le gambe, intendo ;) )?

Si accettano spunti, consigli, suggerimenti, tentativi di sostegno morale, interventi da buon samaritano per scoprire, finalmente, il tipo di abito che potrebbe star bene anche alla sottoscritta, senza snaturarla.

Il premio per la vostra consulenza? Questa ehm... "deliziosa" foto, che mostra la sottoscritta con il vestitino più arcaico e assurdo del suo parco-abiti (peraltro alquanto scarno) - una sorta di Scheletro di tutti gli Scheletri, e che fa comprendere bene quanto è serio il mio problema relativo agli abitini.

 (E, per favore, non dite "ma guarda che l'abitino non è poi terribile, non ti sta poi così male, magari accessoriandolo diversamente..." Perché io in questa foto mi sento come un incrocio tra Colazione da Tiffany, ma senza il fisico elegante e filiforme di Audrey Hepburn, e La donzelletta vien dalla campagna. Ma forse prima di risalire bisogna aver toccato il fondo...)


domenica 20 maggio 2012

Domenica uggiosa


Oggi domenica di pioggia, riposante e noiosa, con poche cose da fare, velata da una vena di tristezza per i recenti avvenimenti riportati dai giornali.

Finalmente con poche cose da fare. Sto per andare al cinema, visto il clima perfetto (pioggia & freddo).

Posto il look di ieri, indossato dal mattino alla era per pigrizia. La sera sono stata a una premiazione sportiva con rinfresco a seguire, un avvenimento easy e sportivo, per cui non mi sono neppure cambiata.

Buona domenica, nonostante tutto. 

Il look:
Skinny jeans bianchi, Meltin Pot
Maglia nera scivolata, Pinko
Zeppe Gaimo Espadrilles
Borsa nera Falabella, Stella McCartney
Giacchina nera, Moncler.









sabato 19 maggio 2012

White, Camel & Brown


Oggi c'è (ancora) il sole, quindi è un'altra giornata da skinny bianchi, il mio tormentone estivo, perché abbinabile praticamente con tutto.

Per oggi ho scelto di abbinarlo con una blusa di seta cammello (zara) e una giacchina di pelle testa di moro (Pierantonia, presa in boutique a Como). Sandali sempre cammello, di Céline, acqusito fatto anni fa su yoox. Bauletto Speedy Damier Ebene 30, di Louis Vuitton.

In realtà però sarei rimasta volentieri nel mio fashionissimo pigiamino (composto da un paio di  pantaloni da pigiama da uomo sui toni del grigio-azzurro, resi vezzosi da un bordino di pizzo in vita, e da una felpina blu di Abercrombie :) ).





Buon weekend a tutti! :)


venerdì 18 maggio 2012

Here comes the bag... ;)


Ecco qui svelato il contenuto della dust bag: una nuova borsa Balenciaga - la seconda dopo la City color Sahara - modello Work, bella grande e leggermente sovradimensionata, proprio come la cercavo. Nera, bella aggressiva e soprattutto capiente: ho fatto le prove e ci sta proprio tutto, anche per una giornata in un'altra città, un convegno, una serata fuori con la famiglia in cui tutti mi chiedono di custodire di tutto, dal Lego alle felpe.






Già l'adoro!

Ovviamente, nera in pelle è abbinabile praticamente con tutto e non richiede grandi sperimentazioni.







Nell'abbinamento con i jeans indosso anche un'altra new entry di maggio: un paio di zeppe estive e super comode, color tortora, di Gaimo Espadrilles, prese su yoox a pochissimo.

giovedì 17 maggio 2012

What's in the dustbag (àridaje!) ?



Ai posteri (stavo scrivendo postumi... ma forse è normale, dopo un abbondante pranzo-kamikaze dalla suocera?) l'ardua sentenza.

Scherzi a parte, oggi nella ridente Confederazione Elvetica era festa - persino per me, visto che per una volta era festa in ogni angolo del Paese (o, almeno, credo) e sul fronte clienti tutto taceva.

Rimando pertanto a domani qualsiasi look del giorno e, soprattutto, il resoconto degli acquisti di queste ultime settimane. Che non sono affatto tanti, eh, ma si vede che sto perdendo lo smalto e ci metto più tempo a elaborarli, metabolizzarli, valorizzarli, rispetto al passato... D'altra parte, è inevitabile che imboccando questo cammino di Saggezza, Virtù & Sobrietà (mi sembra di sentire echeggiare delle risate... sarà un'allucinazione?) perdessi qualche colpo.

mercoledì 16 maggio 2012

Look veloce


Ormai sto diventando una sorta di blogger secchiona, se non pubblico il look del giorno mi sembra di non aver fatto i compiti e mi sento in colpa ;) .

Avendo perso tempo stamattina presto per il mio giro di walking, ho dovuto cambiarmi velocemente e ho optato per la giacchina Zara vagamente rock, indossandola su un paio di skinny jeans semplicissimi, blusa nude e accessori neutri.







Il look
- Giacca nera, Zara
- Sandali nude, Zara
- Blusa nude, Benetton
- Borsa Balenciaga City