venerdì 28 settembre 2012

Finger food



Più che cucinare, a dire il vero, mi è sempre piaciuto mangiare (si nota, vero? ;)). Ultimamente, però, complici i ritmi davvero (troppo) serrati sul lavoro, mi ritrovo a provare un desiderio prepotente di avere del tempo - tempo per fare le cose con cura, per migliorare la qualità della vita (mia e della family in generale) anche nelle piccole cose, quelle che tipicamente "saltano" quando c'è troppo altro da fare. E sì, anche di cucinare.



Vellutata di zucca con speck e porcini...

Così ieri insieme a un'amica ho seguito un corso di finger food, in una cornice piacevolissima: dodici persone attorno a un lungo banco da cucina e uno chef, un bicchiere di vino e tante nuove idee, neanche impossibili da realizzare, neppureper una cuoca un po' pasticciona e frettolosa come me.

 
Fichi ripieni al lardo e pecorino....

La cosa più bella è stato maneggiare materie prime fresce, osservare come i cibi si trasformano attraverso la lavorazione e la cottura, trasformandosi in mille sapori e varianti interessanti. E, soprattutto, avere il TEMPO per assaporarne, oltre al gusto, colori, profumi, forme.



 Sablé al parmigiano con bufala e cipolle... questi sono la fine del mondo, potrei mangiarne 300 di fila!


Crocchette di melanzane con salsa allo joghurt 
 
Il look, ovviamente, è passato totalmente in secondo piano (e comunque nascosto sotto un pratico grembiule da chef); ho optato per un total blue antischizzo da padelle varie e soprattutto per scarpe comode, immaginando di dover stare in piedi a lungo; invece abbiamo cucinato su comodi sgabelli alti.

Jeans, H&M
Blusa, H&M
Scarpe, Hogan
Borsa, Marc by Marc Jacobs



















martedì 25 settembre 2012

Pescando dagli abissi



Dopo vari attacchi di fanatismo quasi religioso per il feng shui modaiolo, la razionalizzazione degli armadi e l'elaborazione dei comportamenti d'acquisto passati che a ondate ricorrenti mi hanno spinta a liberarmi di svariati fardelli ora sono in piena fase cocooning, anche se probabilmente per ragioni prettamente stagionali, e arranco e mi struggo all'idea di staccarmi anche dalle cose che non indosso.



È così che, domandandomi se regalare o vendere questo cappottino Peuterey ancora nuovo, aquistato anni fa su yoox e mai indossato a causa dell'inganno-colore (doveva essere grigio-donante, invece che grigio-tristolo), non si sa se di yoox o del mio monitor.



Così ho pensato di ravvivarlo con qualche pashmina o sciarpetta, per dargli ancora una possibilità di vita utile. In fondo ha i suoi vantaggi (è caldo e non incicciotta troppo, e poi il grigio va quasi con tutto e non ho altri cappotti grigi, strano a dirsi) e, tutto sommato, male non sta.









Posto pertanto il fatidico cappotto = 1, gli ho fatto ruotare attorno una serie di variabili, costituite da sciarpette e borse, tralasciando gli abbinamenti adeguati di jeans e scarpe, a cui penserò più tardi (il quarto d'ora d'aria, per oggi, è scaduto).

Una decisione definitiva, devo ammettere, non l'ho ancora presa...

domenica 23 settembre 2012

waxed jeans



Quest'anno, nonostante la pelle impazzi, ho meno voglia di skinny di pelle nera che fino all'anno scorso qualche volta ho indossato, anche se solo la sera, con sopra morbidi e bon ton ecc.



Ma poiché un paio di pantaloni un po' più "grintosi", in guardaroba, sono sempre utili, quest'estate ho acquistato un paio di skinny jeans neri "waxed" di Sisley (che recensisco positivamente: si lasciano andare solo quel tanto da risultare comodissimi, assecondando comunque le linee del corpo, senza però risultare mai strizzati).



Trovo che i waxed jeans, rispetto ai pantaloni in pelle o ecopelle, siano meno difficili da abbinare (mentre con i loro omologhi in pelle il rischio-tamarraggine è sempre in agguato, basta sbagliare abbinamento).



 





Ieri li ho abbinati a una camicia in seta écru con lungo filo di perle (perle che non mi sognerei mai di mettere con nessun altro abbinamento, non mi donano) e varie giacchine. Alla fine, per uscire, ho scelto quella in tessuto tecnico lavorato di Moncler.

Il look:

waxed jeans neri, Sisley
blusa di seta écru, Zara
stivaletti neri, Pura Lopez
borsa, A. Wang
giacca nera, Moncler
blazer, H&M

sabato 22 settembre 2012

Nuovi scheletri/2



Il secondo capo che voglio sottoporre a un processo di rebirthing è davvero, ma davvero uno scheletro - ha infatti una ventina d'anni, risale a ben prima che nascessero i miei figli (me lo ricordo ancora, l'ho acqusitato a Milano da Biffi, un negozio in Corso Genova che ai tempi impazzava, ero laureata da poco e, dopo essere stata per anni una studentessa spiantata, mi sentivo ricchissima :))) ).



 Per questo, e perché all'epoca mi sentivo magra per definizione (beata gioventù!) mentre oggi non sempre, ho vissuto attimi di tensione al momento di infilarlo, temendo che ci entrasse tuttalpiù una gamba.

Invece non solo mi sta ancora, ma mi veste addirittura leggermente morbido (il che mi fa pensare che, all'occorrenza, d'inverno potrei indossarlo con qualcosa sotto senza troppi problemi).





Mix di materiali e disegni...



Il tessuto merita davvero una seconda possibilità, è pura lana misto cashmere, favoloso come oggi è difficile trovarne. La gonna, purtroppo, scende un po' dritta, appena svasata, mentre a me piacerebbe renderla più dritta, stile pencil, per togliere all'abito quel quid di nonnesco che una foggia troppo classica, abbinata a un materiale classico come il tweed, rischia di dare al vestito.

Spero si possa fare, ma devo trovare una sarta.

Altri trucchi anti-age per l'abito, una cinturina sottile leo print a segnare il punto vita e stivali con piccolo plateau, mixando un po' materiali e disegni, anche nella borsa.

Il look:
- abito, New York Industrie ("lo scheletro")
- borsa, Speedy LV Damier con charms
- stivali, Pura Lopez (yoox, nuovi)
- cinturina, H&M

Nuovi scheletri/1



L'abbassamento delle temperature aumenta come ogni anno la mia voglia di cocooning e di dedicarmi ad attività puramente domestiche, come cucinare qualcosa di particolare o dare nuova vita a qualche "scheletrone" nascosto nel mio armadio.


Così, prima ancora di pensare anche soltanto a come abbinerò e indosserò i numerosi (lo ammetto) acquisti fatti per l'autunno-inverno (con un accento particolare su abitini e calzature, due generi per me abbastanza insoliti), mi è venuta voglia di guardare cosa si cela da anni nel mio guardaroba e varrebbe la pena di tirare fuori.



Il primo capo a cui ho pensato di dare una possibilità, previo rammendo, è questa specie di mini-poncho nero in morbida lana, arricciato a "nuvola", acquistato da Sisley diversi anni fa e indossato, mumble... due volte?

Così, previo rammendo ho pensato di ravvivarlo indossandolo sopra a una camicia bianca, svecchiandolo al contempo con un paio di jeans leggermente delavé e una clutch grintosa.






 Il look:
- jeans, H&M (vecchi)
- stivaletti neri, Pura Lopez (vecchi)
- camicia bianca, Dsquared2 (vecchia)
- microponcho nero, Sisley (scheletro)
- clutch Zara, a/i 2012




venerdì 21 settembre 2012

Un look per iniziare bene il weekend



Oggi verso le 17 ho iniziato finalmente lo sbrago generale in vista del fine settimana, che come da tradizione è iniziato con un bell'aperitivo in piscina con un'amica e poi una megaspesa, visto che le due cavallette di famiglia si erano mangiate tutto il mangiabile e minacciavano di iniziare a rosicchiare il mobilio, in mancanza d'altro.

Quindi jeans, blusa semplicissima, stivaletti - per la prima volta da prima dell'estate, sigh! - e borsa.










- Jeans, H&M (vecchi)
- blusa, H&M
- stivaletti, Lola Cruz
- borsa, Speedy Louis Vuitton, con charms
- blazer per la sera freschina, Esprit




mercoledì 19 settembre 2012

Il look e via...



In perfetta sintonia con la mission del mio blogghetto, oggi mi limito davvero solo a qualche veloce e un po' sfuocato (devo capire perché oggi la mia fedele macchinetta mi scatta solo foto sfuocatissime - più del solito intendo - ma non riesco ad aprire il manuale tecnico...) scatto del mio look odierno, e poi via verso nuove (insomma) avventure... Che, nella fattispecie, comprendono sfide avvincenti come lavoro e ancora lavoro, la preparazione del pranzo, una folle caccia a una penna stilografica per mancini che non sbavi per il 12enne e, dulcis in fundo, una riunione pre-cresima serale in parrocchia.

Ne approfitto anche per tentare di allargare questi jeans che, pur essendo stati ordinati della stessa marca, taglia, misura e modello di altre tre paia che ho già, sono bizzarramente stretti (e no, non sono ingrassata, anzi, ho pure perso un chilo post-aperitivi estivi andando a correre mezz'ora quasi tutti i giorni, accidenti).

Sono cose che mi fanno arrabbiare, grgrgrgrrrrrr, una ordina apposta lo stesso modello di jeans nella stessa taglia e poi questo... Comunque sento che cederanno quanto basta - almeno riesco già a chiuderli normalmente.







martedì 18 settembre 2012

Use it or lose it?



Nell'odierna edizione dell'angolino "Shop your Closet - from the deep" è la volta di questo "coso" acquistato anni fa su Privalia, nell'ambito di una supersvendita.

L'ho chiamato "coso" perché non so come inquadrarlo - per lunghezza è più abitino che maglia, allo stesso tempo, però, è molto aperto davanti.

I pro:
- ottimo jersey, davvero
- un color sabbia luminoso e che mi dona
- "spacco" a parte, veste bene

I contro:
- ho provato a chiuderlo con un puntino, ma rimane comunque troppo svasato...

Ora, le domande che si impongono sono: C'è ancora speranza per questo capo? È possibile chiuderlo completamente e, se si, come? Come abbinarlo?

Insomma, è ancora etichettato e bello di qualità, mi spiacerebbe darlo via... se solo riuscissi a dare un senso alla parte "gonna"!

Indossato su un paio di leggings, forse, potrebbe andare anche così, ma secondo me è meglio come abitino.




Consigli?

My new shoes

La seconda metà di agosto e la prima metà di settembre sono stati periodi abbastanza spenderecci, per me, ma mi sento abbastanza soddisfatta da affrontare i prossimi mesi in modo più parsimonioso, godendomi quello che ho preso e quello che già possedevo.

Stranamente per me che non sono particolarmente shoe addicted, ho acquistato ben tre paia di scarpe, ma sono decisamente soddisfatta, anche se devo ancora sperimentarle con abbinamenti azzeccati e concreti.

Ho preso:

1. Questi sandali Marc Jacobs, su yoox:


... che preferisco mostrarvi nella foto originale di Yoox, per ora, perché non li ho ancora "contestualizzati" (anche se ho già in mente come!). A dispetto dell'altezza vertiginosa (almeno per me), sono comodi come pantofole, davvero.

2. Stivali chiari, un nude-nocciola, che proprio non avevo e che mi servivano, di Pura Lopez - tra l'altro, neanche a farlo apposta, perfettamente abbinati nel colore (anche se non abbino (più) molto spesso scarpe e borsa) a una delle mie borse preferite; perfetti con... tutto, direi, dai vestitini da giorno al total grey/black/blue.



3. Ankle boots di Again & Again, marca-azzardo in quanto a me sconosciuta, presi su yoox e rivelatisi di ottima fattura e anche molto comodi.




 E ora, con quel che già ho, mi sento decisamente a posto!



lunedì 17 settembre 2012

Un'altra bellissima giornata

 


Oggi è lunedì, tradizionalmente giornata difficile - ma è anche una splendida giornata di sole di fine estate, di quelle dalle temperature perfette. Probabilmente sarà anche una delle ultime - quanto meno a queste latitudini.

E così ho ancora tanta voglia di bianco & blu, di tocchi colorati, di godermi appieno questi ultimi scampoli della stagione più bella dell'anno - anche attraverso il look.



Oggi la giornata si prospetta abbastanza variata, sia come temperature - frizzantine al mattino e alla sera, calde nelle ore centrali - che del programma. Ho bisogno di aggiungere e togliere strati e di passare da calzature ultracomode per correre ad altre più carine e femminili (ma dal tacco sempre moderato).


Al look base, composto dagli immancabili skinny jeans bianchi e da una blusa di Rory Beca presa la scorsa primavera (il tessuto mi fa impazzire, è una sorta di disegno a pois disordinato stampato su chiffon), aggiungerò, a seconda delle necessità:



- borsa Marc by Marc Jacobs
- ballerine rosse Tod's con borchiette (vecchie)
- sandali Céline color cuoio (vecchi)
- giacchina rossa in ecopelle Pimkie (vecchio)
- pullover di cotone bianco, Zara (vecchio)



Buon lunedì! :))